Grafici candlestick

I grafici candlestick sono i più utilizzati per l’analisi dell’andamento dei prezzi. Dato che nel blog ne abbiamo già mostrato degli esempi, e ce ne saranno sicuramente molti altri, è bene fare una breve parentesi su cosa sono e come si leggono.

L’elemento base è la candela:

Nella candela possiamo individuare le seguenti quattro componenti:

  • Ombra superiore (1): La parte superiore di questa liniea indica il livello massimo che il prezzo ha raggiunto;
  • Real Body (2): è il rettangolo centrale, dove i limiti superiori ed inferiori sono il prezzo di chiusura e di apertura;
  • Ombra inferiore (3): la parte inferiore di questa linea indica il livello minimo che il prezzo ha raggiunto;
  • colore: se il prezzo di apertura è più basso del prezzo di chiusura, allora vuol dire che il prezzo è sceso ed il colore è rosso. Nel caso contrario è verde (ci sono anche grafici che utilizzano i colori nero e bianco).

I dati che vengono utilizzati per disegnare una candela (apertura, chiusura, massimo e minimo) sono riferiti ad un determinato timeframe, ovvero l’arco temporale che seleziona l’utente (i principali sono 5min, 15min, 1h, 2h, 3h, 4h, 1G, 1sett, 1mese).

Quindi ogni candela viene disegnata a partire dalla selezione di un arco temporale. E’ quindi molto utile selezionare l’arco temporale corretto:

  • Un arco temporale troppo breve (tipo quelli dei minuti) darà una visione dell’immediato, ma avrà scarsa utilità nel lungo termine;
  • Un arco temporale più lungo (dalle ore ai giorni) sarà invece più utile per individuare i trend di mercato;

Volendo semplificare l’interpretazione è la seguente:

  • Un real body abbastanza marcato, con delle ombre piccole, indicano una buona decisione del mercato, in quanto il prezzo ha sempre seguito una determinata direzione (sempre salito o sempre sceso);
  • Delle ombre molto lunghe con un real body piccolo, invece indicano estrema indecisione.

Esistono tuttavia tutta una serie di pattern che si possono applicare sia sulla singola candela, che su gruppi di più candele. Per questi vi rimandiamo ai prossimi articoli.