Portfolio Altcoin sovrapperforma BTC

L’andamento del BTC è ormai noto che influenza l’andamento delle ALT coin: quando il BTC è in crescita anche le ALT crescono e viceversa. Bisogna però fare attenzione alle performance, infatti con le opportune Coin nel portafoglio è possibile ottenere performance (ovvero guadagni) migliori.

Nell’immagine 1 vi porto l’esempio delle performance del portfolio gestito da Cryptograph  team:Immagine 1: blockfolio – performance portfolio rispetto BTC

Si può notare come il controvalore dell’intero portfolio, negli ultimi 3 mesi, è passato da 0,069 BTC a 0,078 BTC, con un aumento del 14,62%.

Per riuscire ad avere buoni risultati, e non rischiare di performare peggio del BTC, è pero opportuno rimanere aggiornati sulle varie ALT coin e alcune volte cambiare la composizione del portfolio.

Nell’immagine 2 mostriamo, come esempio, l’attuale composizione del portfolio gestito da Cryptograph:

Immagine 2: Cyptocompare – composizione portfolio Cryptograph

Le monete che hanno avuto una buona performance in quest’ultimo periodo, e la loro rispettiva quota di portfolio,  sono:

  • XRP: 23,53%
  • XLM: 10,14%
  • XEM: 8,63%

In passato era anche presente un 10% circa di BNB che tuttavia è stato venduto visto l’inizio della sua fase bearish.

Potete seguire i dettagli del portfolio di Cryptograph direttamente su Cryptocompare.

N.B: questo è solo un esempio di portoflio e non è detto che le performance positive avute fino ad ora proseguano nel futuro.

 

BNB: Continua la salita

Continua la salita del BNB, il binance coin, rispetto l’Etherium. Nell’articolo del 24 marzo in cui presentavamo questa moneta ci eravamo lasciati con un cambio BNB/ETH di 0,022388 contro i 0,032951 di oggi (7 aprile 2018 alle 11:24).

Parliamo quindi di un aumento sostanzioso del cambio BNB/ETH, sebbene a sua volta questo non si traduce in un guadagno reale essendo a sua volta il cambio ETH/EUR in calo.

Un idea di trading per non uscire del tutto dal mondo delle criptovalute, in questo periodo in cui le principali (BTC,ETH,XRP,..) sono in forte calo, potrebbe essere di parcheggiare i proprio soldi sui BNB. Difatti un cambio approssimativo in euro al 24 marzo 2018 era di 10,50€ mentre oggi 7 aprile 2018 è di 10,26€, ovvero un calo molto basso se paragonato alle altre criptovalute.

Nell’immagine 1 riporto per completezza il grafico aggiornato dei BNB aggiornato ad oggi:

Immagine 1: Tradinview – BNB/ETH – Timeframe 1 giorno

BNB – Binance Coin

In questo articolo scriviamo delle BNB, ovvero delle Binance Coin.

Questa moneta, come il nome stesso suggerisce, è la moneta creata da Binance. È utilizzata per pagare le fee delle transazioni, dato che Binance non accetta scambio in valuta Fiat (ovvero valute con corso legale tipo euro, dollari, ecc), ma anche come moneta di riferimento per lo scambio con altre monete secondarie (le cosiddette alt coin).

Portiamo alla vostra attenzione questa moneta non per motivi di innovazione tecnologica ma per il suo andamento sul mercato, che possiamo vedere nell’immagine 1:

Immagine 1: tradingview – grafico BNB/ETH su time frame 1d

Possiamo infatti notare che il suo cambio in Etherium, a partire da settembre 2017, ha sempre un trend rialzista. Questo mentre le principali monete (bitcoin, etherium, ripple, ecc) sono invece in un downtrend. Negli ultimi 3 mesi, ad esempio, ha fatto circa il +185%.

Il suo trend rialzista potrebbe dipendere dal fatto che Binance raccoglie periodicamente parte dei BNB in circolazione e gli elimina, andando quindi a diminuire il numero totale di monete in circolazione.

È quindi sicuramente una moneta interessante. Nell’immediato però bisognerebbe fare attenzione ad un possibile ritracciamento al ribasso, vista l’eccessiva inclinazione che il trend rialzista ha preso (quindi un entrata in questo momento richiederebbe l’inserimento degli opportuni stop-loss).