#Btc: speranza di bullish divergence

Sul #BTC la Bearish flag non sembra aver rotto in maniera marcata al ribasso, al contrario sembra presentars pi una possibilità di bullish divergence sull’RSI sulle 4h.

Partiamo subito dall’immagine 1 con il grafico dei prezzi e dell’RSI su timeframe 4h:

Immagine 1: tradingview – 2018-05-27 – timeframe 4h – btc/usd – bullish divergrnce

Sebbene il prezzo continua a scendere, anche se in maniera non marcata, sembra delinearsi una bullish divergence sul grafico delle 4h.

Prima di prendere posizione, per chi è fuori dal mercato, potrebbe essere conviene aspettare una conferma nei prezzi, vista la situazione incerta. Per chi è già dentro, come noi di Cryptograph Team, conviene comunque settare gli opportuni stoploss.

Condividi su:

#btc sul filo della resistenza

Bitcoin sul filo della resistenza di medio/lungo periodo, con una flag Bearish che potrebbe infrangere la resistenza.

Come si può vedere dal grafico dei prezzi, nell’immagine 1, il prezzo del Bitcoin sta camminando sulla resistenza di medio/lungo periodo:

Immagine 1: tradingview – btc/usd – timeframe 1 giorno – 2018-05-26 – bitcoin sul filo della resistenza

L’RSI in ipervenduto, insieme alla resistenza, andrebbero ad avvalorare l’ipotesi dell’inizio di un uptrend.

Un ipotesi del tutto contrastante è data dalla Bearish flag che si è formata nel breve periodo e che is può vedere nell’immagine 2:

Immagine 2: tradingview – btc/usd – timeframe 4h – Bearish flag

La Bearish flag suggerirebbe l’ipotesi di un down trend che potrebbe quindi infrange la resistenza di breve periodo. Tale ipotesi sarebbe anche avvalorata dai bassi volumi di questo periodo è dall’andamento generale del mercato che in questo momento è piuttosto ribassista.

Un esempio di treading per chi è nel mercato è di rimanerci fissando gli opportuni stop loss subito sotto il trend di medio/lungo periodo. Per chi invece è fuori dal mercato sarebbe meglio rimanerne fuori in attesa di un miglioramento della situazione che al momento sembra essere molto indecisa.

Noi di Cryptograph Team eravamo IN da qualche giorno e continueremo ad esserlo in attesa di sviluppi.

Condividi su:

#ZEC: bullish pennant

#zec possibile bullish pennant con target +24%

Partiamo subito con l’immagine 1 del grafico dei prezzi #ZEC

Immagine 1: tradingview – timeframe 1 giorno – 2018-05-23 – zec/btc bullish pennant

Come si può notare sembra essersi formato una bullish pennant.Il pattern è anche avvalorato dai volumi creati.

Un possibile esempio di trading è quindi, con un rapporto Risk to reward di circa 3:1, entrare ora inserendo uno stop loss a circa 0.037btc e aspettarsi un take profit sui 0.050btc con un gain di circa il 24%. Una volta rotto al rialzo il pattern potrebbe essere utile, man mano, settore uno stop loss più stringente al fine di non perdere l’eventuale gain.

Attenzione: questo è solo un esempio di anali tecnica e non un segnale operativo.

Condividi su:

#Crypto

Resoconto sulle principali #crypto che stiamo seguendo in questo momento.

Nel mondo delle criptovalute è ormai risaputo che il bitcoin spesso tira giù il prezzo delle altre Coin, ed in questo momento l’andamento del Bitcoin è particolarmente incerto.

Immagine 1: tradingview – 2018-21-05 – timeframe 1 girono – andamento btc/usd

Come si può vedere nell’immagine 1 il wedge in viola fa da resistenza ai prezzi riportandoli giù. Anche il wedge più piccolo, in rosso, che ha rotto al rialzo in questi gironi, non sembra essere riuscito a rimettere in moto il trend bullish.

Anche tra le altcoin l’andamento è quasi tutto rosso ed i volumi di scambio nelle ultime 24h risultano essere bassi come si può notare nell’immagine 2 riguardante binance:

Immagine 2: binance – mercato btc ordinato per volumi nelle 24h

Si può infatti notare che le monete sopra i 5k di volume nelle 24h sono solo quattro.

L’ETH, che qualche giorno fa sembrava aver spiccato il volo, si è unito anche lui ad un incerta fase di lateralizzazione come si può vedere nell‘immagine 3:

Immagine 3: tradingview – timeframe 1 giorno – eth/eur

In questa fase del mercato l’opzione migliore può essere di rimanere IN per chi è già dentro, nella speranza di una risalita. Tuttavia sarebbe prudente inserire gli adeguati stoploss.

Noi di Cryptograph abbiamo preferito disinvestire parte del capitale, ovvero tutto quello investito in BTC, sfruttando l’ultimo rialzo. Siamo invece rimasti flat sui #LOOM, sperando che la volatilità di questa moneta possa dare un buon gain nel futuro.

Condividi su:

Trident Trading System #TTS

Torniamo con un articolo teorico riguardante il Trident Trading System #TTS, per arricchire le proprie conoscenze di analisi tecnica.

Il TTS è uno strumento utilizzato per individuare un obbiettivo teorico di dove andrà il prezzo. Risulta quindi essere particolarmente utile, dopo aver individuato la direzione del trend, per capire dove potenzialmente attendersi un take profit.

Si basa sul tracciare quattro punti, l’obbiettivo teorico P4 da individuare e la conoscenza di ulteriori tre punti P1,P2,P3.

Di seguito una figura esemplificativa:

Immagine 1: rappresentazione dei quattro punti dell TTS

Sostanzialmente i tre punti conosciuti sono quello dell’onda precedente (vedere l’articolo sulle onde di Elliott) è l’obbiettivo è dove andrà a posizionarsi la successiva onda.

La formula del TTS suggerisce, in caso di un trend rialzista, che P4 sia calcolato come segue:

P4 = P2+P3-P1

In ottica di arrivare a P4 come massimo relativo, si suggerisce di aprire posizione lunghe a:

ENTRY PRICE = P3 + (P2-P1)/4

In modo date da aspettare prima di capire se da P3 si ha effettivamente luogo ad un movimento rialzista.

Da tenere come “livello di controllo” il seguente:

CRITICAL PRICE = (P3+P4)/2

Dove appunto si controlla che il trend stia realmente andando nella direzione sperata.

Considerazioni speculari vanno fatte per i trend ribassisti.

Riferimenti

  • Achille Fornasini, “Mercati finanziari: scelta e gestione di operazioni speculative – I metodi e i sistemi della moderna Analisi Tecnica a supporto delle decisioni operative”, 1th edizione del 1996, ETAS
  • Wikipedia
Condividi su: